Come vedere se le uova sono fresche!

1. La prova dell’acqua

Il primo trucco è quello di immergerlo in un bicchiere d’acqua con un pugnetto di sale: se vi rendete conto che affonda, allora è davvero fresco e potete cucinarlo come preferite. Se resta a metà bicchiere, di certo non è da buttare, ma non è abbastanza fresco per essere mangiato alla coque; meglio prediligere una bella frittata. Se invece galleggia, in questo caso vi suggeriamo di cambiare menù, perché l’uovo è proprio da buttare.
2. Rompiamo l’uovo

Il secondo trucco, consiste nel rompere l’uovo in un piatto: se il tuorlo ha una forma che ricorda quella di una cupola ed è perfettamente compattato all’albume, l’uovo è freschissimo. Se il tuorlo è piatto e l’albume acquoso, l’uovo non è fresco ma può essere usato in cucina diversamente cuocendolo bene (per frittate, sformati, coperture di torte salate). Infine, se il tuorlo non è compattato all’albume ed è opaco, non può essere utilizzato in cucina.
3. Agitiamolo

Se scuotiamo l’uovo e sentiamo un rumore simile al “tac tac”, vuol dire che il tuorlo dell’uovo sbattuto non è più compattato all’albume, dunque non è fresco. Anche in questo caso sconsigliamo di cuocerlo alla coque, ma potreste provare uno sformato o una frittata.
4. La prova della luce

L’ultimo trucco è mettere in controluce l’uovo: se la camera d’aria all’interno del guscio è molto dilatata l’uovo è ormai scaduto; al contrario, se vedete la camera d’aria di piccole dimensioni, l’uovo è fresco.